Cerca

Chi era Goldoni ?


Per capire chi era Goldoni, cominciamo col dire che iniziò da bambino a giocare con le marionette, che ammirava molto Molière e che a un certo punto lasciò la sua Commedia dell'Arte per scrivere pièces pericolosamente realistiche, continuando a riformare la commedia italiana.


Con la sua commedia in tre atti "I rusteghi ", per esempio, il commediografo italiano Carlo Goldoni scrisse una crudele satira sociale dei suoi contemporanei attaccando una borghesia veneziana in pieno declino, i cui pilastri maschili erano capaci di mostrare la più grande infamia verso le donne.

Un passo indietro. Nato a Venezia nel 1707, Goldoni si considerava un uomo pacifico. Il che non significa che le sue opere, spesso di grande successo, non provocassero innumerevoli controversie. Siamo a teatro, quel media così fondamentale per molta della nostra storia inclusa l'Italia del XVIII secolo.

Le leggi del popolo devono essere osservate negli spettacoli ad esso destinati, diceva il veneziano, e contemporaneamente bisogna saper intrattenere il pubblico per poterlo istruire.

In una Serenissima ormai in profonda crisi c'era da riformare un popolo, per questo c'era da divertirlo, quindi certamente rappresentarlo, cioè conoscerlo. Goldoni riforma il teatro per riformare il suo mondo, nella penisola e poi in Francia con l'obiettivo dichiarato di... salvarla.

Con una grazia e un'arte tutta nostra.

Divertissement: nel 1750 scommise che sarebbe stato capace di scrivere 16 commedie in un anno, e vinse. L'affascinante Venezia invernale di Carlo Goldoni vive ancora qui:




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti