Cerca

Il Ponte dei Sospiri, un must da non perdere nella meravigliosa Venezia.



Il Ponte dei Sospiri è una delle strutture più emblematiche da scoprire nell'affascinante città di Venezia. I visitatori di tutto il mondo vengono catturati dalla sua bellezza, dalla sua ricca storia e dalle sue leggende. Scopriamo questa meraviglia veneziana!


La costruzione del Ponte dei Sospiri


Nel Rio de la Canonica, il canale che separa il Palazzo Ducale dal Carcere Nuovo, si trova Il Ponte dei Sospiri, o come è conosciuto in italiano "Ponte Dei Sospiri". Fu costruito nel 1602 da Antonio da Ponte, lo stesso architetto che costruì il Ponte di Rialto. I materiali utilizzati per la sua costruzione sono il marmo e la pietra bianca d'Istria. A differenza di altri ponti famosi nel mondo, questo presenta la caratteristica particolare di essere completamente chiuso poiché doveva impedire la fuga dei prigionieri. Le uniche due aperture sono le finestre a rete in pietra su ciascuna delle pareti del ponte.


Le pareti esterne del ponte sono decorate da un bassorilievo che rappresenta la Giustizia e lo stemma del Doge Marino. Invece, l'interno è un corridoio della prigione separato da una divisione al suo centro che forma un doppio corridoio che in origine permetteva ai prigionieri di entrare e uscire senza potersi vedere o parlare tra loro. Questo ponte era usato come un canale per portare i prigionieri che dovevano andare al tribunale, alla sala di tortura o alle loro prigioni. Le celle erano di solito situate nel seminterrato o sotto i tetti. Le celle seminterrate erano anche chiamate " pozzi" a causa della loro umidità. Le celle situate sotto i tetti, invece, erano chiamate "stufe" perché erano letteralmente soffocanti a causa del calore.



Il significato del nome "Ponte dei Sospiri"


Il suo nome allude al sospiro dei prigionieri che vedono Venezia per l'ultima volta attraverso una delle finestre del ponte. Quell'ultima sensazione di libertà prima di finire la loro vita in prigione. Ci sono altri ponti nel mondo che condividono lo stesso nome, alcuni dei quali si trovano nelle città di Oxford e Cambridge in Inghilterra, Stockolm in Svezia e Francoforte in Germania.


La nuova prigione di Venezia


La nuova prigione fu costruita nel 1580 per sostituire le vecchie celle del Palazzo Ducale. La nuova prigione veneziana è collegata al Palazzo Ducale dal Ponte dei Sospiri ed è organizzata su tre piani intorno al cortile. Il famoso Casanova fu confinato in questa prigione nel 1775 quando fu accusato di spionaggio. Vi rimase per sei anni finché non riuscì a fuggire con l'aiuto di un altro prigioniero, Padre Balbi, facendo un buco nel soffitto della cella.



Visita al Ponte dei Sospiri


L'esterno del Ponte dei Sospiri può essere ammirato dal ponte che sovrasta il Rio de la Canonica, sulla Riva Degli Schiavoni. Un'altra opzione per vederlo da vicino è quella di andarci sotto durante un giro in gondola. Infine, è possibile visitarlo come parte di un tour del Palazzo Ducale e della Prigione Nuova.


Speriamo che il nostro articolo sia stato utile! Stai pianificando il tuo prossimo viaggio a Venezia?


Vivi il sogno di una fuga veneziana! Immergiti negli angoli più autentici di Venezia e nelle Terre Palladiane della Bellezza!

Scopri di più...

2 visualizzazioni0 commenti