Cerca

L'ultima regina di Cipro

Il padre di Caterina, Marco Cornaro, diede il beneficio della sua ricchezza a Re Giovanni II di Cipro, poi al figlio Giacomo II.


Naturalmente, questi prestiti non sono stati fatti senza un secondo fine. Ben presto, Re Giacomo II di Cipro gli fece capire che sarebbe diventato complicato rimborsarlo. Fu allora che Marco Cornaro ebbe l'idea del secolo proponendo in sposa al re la figlia di 14 anni, Caterina. Essendo ancora minorenne, la Repubblica di Venezia decise di adottare Caterina, diventando così pupilla della Repubblica. Lo scopo della manovra era ovviamente quello di fare Caterina l'erede della Repubblica. In altre parole, se Caterina avesse ereditato Cipro e poi fosse morta, Cipro sarebbe appartenuta a Venezia.


Caterina Cornaro, questa giovane e bella veneziana fu promessa a re Giacomo II di Cipro. A Cipro, Caterina trova rapidamente la sua strada. Trovò una grande comunità veneziana insediata nel paese, compresi i membri della sua famiglia. Ai ciprioti piaceva, l'unico scontento era il marito, 12 anni più grande di lei, che lei vedeva appena. Nel giugno 1473, 10 mesi dopo il loro incontro, re Giacomo II morì improvvisamente.


Caterina Cornaro era una donna di carattere e, rimasta vedova l'anno successivo, resistette agli spagnoli e anche ai veneziani, che volevano costringerla a consegnare Cipro nelle loro mani. Caterina, regina di Cipro, resistette per 16 anni e tenne il regno da sola, fino a quando la Repubblica di Venezia la costrinse a cedere l'isola. Cipro è stata venduta alla Repubblica di Venezia.




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti